Prenota Subito

*
*
Territorio dal grande valore artistico ed enogastronomico con molte occasioni di escursioni, viaggi e piacere.

Acquapendente


Acquapendente è un caratteristico paesino che sorge nel cuore della Tuscia, a soli 10 km dal Lago di Bolsena, nel cuore dell’Italia centrale.

"Aquesium, Acula, Aquula, Aquae Taurinae, Arisa, Aquapendens": in tanti modi l’odierna Acquapendente, ricca di acque, è stata definita dalla tradizione. Il leone rampante che ne occupa lo stemma è simbolo di un popolo indomito e vittorioso.

Sulle sue origini non vi sono notizie certe.

Si ipotizza che sia inizialmente nato come centro etrusco successivamente abitato dai romani e poi invaso e distrutto dalla furia dei Longobardi.

Dalla reale analisi documentaria, si rintraccia, invece, una più probabile nascita  del nucleo urbano originato da un “vico”, lungo la via Francigena (quasi corrispondente al tracciato attuale  della Via Cassia), nata come collegamento tra Roma e i territori franchi dei carolingi di Francia e dei paesi germanici.

L’ubicazione sull’importante strada medioevale fece sviluppare ben presto il piccolo borgo, che nel 964 ospitò l’imperatore Ottone I il quale risiedette in Acquapendente.

Il borgo sarebbe stato lasciato in seguito in eredità alla chiesa dalla Contessa Matilde di Canossa entrando a far parte del Patrimonio di San Pietro ed è posta sotto la diocesi di Orvieto.

Nel corso dei secoli la cittadina appartenne allo stato della chiesa, passò poi sotto il dominio del Ducato di Castro, e divenne la residenza ufficiale del Vescovo di Castro.

Molti sono i monumenti che si potranno visitare nella cittadina di Acquapendente, parliamo in particolar modo della Cattedrale, ovvero di un edificio sacro che assume le caratteristiche di una Basilica Benedettina Romanica, al suo interno si trova una pietra segnata con sangue che, secondo la leggenda, proverrebbe dal Santo Sepolcro di Gerusalemme, oltre a dipinti ed opere risalenti al periodo rinascimentale e gotico, la Chiesa di San Francesco, una chiesa sorta prima della nascita del santo, al suo fianco si erge un campanile risalente al periodo rinascimentale, i ruderi della cinta muraria medievale, e per terminare il Palazzo Viscontini.

Nel territorio del Comune di Acquapendente insiste la Riserva Naturale di Monte Rufeno ed il Monumento Naturale Bosco del Sasseto di interesse per gli amanti della natura con possibilità di passeggiate e trekking a cavallo ed in bici.

Az. Agr. Podernuovo di Venanzi Rachele - Strada Falconiera 73 - 01021 Acquapendente (VT) - P.IVA 01903990560
Realizzato con Simpleditor 1.7.5
X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.